Qui di seguito il testo dell'ordine del giorno "In ricordo di Agitu Ideo Gudeta: condanna della violenza di genere e di qualsiasi forma di discriminazione", presentato dalle Consigliere Rita Zecchini e Monica Tamburrini del gruppo consiliare "La Città in Comune - Sinistra per Cernusco", approvato all'unanimità dal Consiglio comunale di Cernusco sul Naviglio nella seduta del 14 gennaio 2021.

ORDINE DEL GIORNO (ai sensi dell’art. 66 del Regolamento del Consiglio comunale di Cernusco sul Naviglio)

IN RICORDO DI AGITU IDEO GUDETA: CONDANNA DELLA VIOLENZA DI GENERE E DI QUALSIASI FORMA DI DISCRIMINAZIONE

Il caso di Agitu Ideo Gudeta, uccisa e violentata a Frassilongo in provincia di Trento alla fine del mese di dicembre 2020, è solo uno degli ultimi e più eclatanti casi di femminicidio in Italia.
Agita aveva studiato alla facoltà di Sociologia a Trento, per poi decidere di tornare nella sua città natale, Addis Abeba, dove aveva denunciato le politiche di land grabbing, cioè l'appropriazione di terre da parte di multinazionali o governi stranieri senza il consenso delle comunità che le abitano. Nel suo Paese aveva ricevuto minacce ed era stata costretta a fuggire. Era quindi tornata in Italia, in Trentino, dove aveva iniziato la sua attività come allevatrice di capre di razza mochena, una specie autoctona a rischio estinzione, recuperando allo stesso tempo terreni abbandonati. Aveva anche aperto una bottega nel centro di Trento, la Capra Felice. Anche qui, tuttavia, aveva ricevuto minacce per il colore della sua pelle. Che però non sono state riconosciute come tali, perché in Italia è ancora facile fare finta che il razzismo non esista. Due anni fa, infatti, un vicino di casa è stato condannato a 9 mesi per lesioni dopo averla aggredita, ma sono cadute le accuse per stalking e l'aggravante dell'odio razziale, avanzate dal PM.
Nereo Pederzolli, ex giornalista Rai e tra i primi a portare la filosofia di Slow Food in Trentino, l’ha ricordata così: “L’allegria di Agitu era contagiosa, nutriva la voglia di superare ogni barriera, qualsiasi discriminazione. Ha sempre dato fiducia a tutti, è stata antirazzista nel vero senso della parola”. Agitu Ideo Gudeta era una donna, nera, attivista contro lo strapotere delle multinazionali, ambientalista, intelligente, forte, coraggiosa, impegnata e capace, sempre schierata contro ingiustizie e soprusi.

Considerato che la violenza di genere non è un fenomeno isolato o che dipende dai problemi di singoli individui: va riconosciuto e combattuto come elemento strutturale e culturale di un modello sociale che non riconosce la parità di genere.

Richiamato l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Cernusco sul Naviglio nella seduta del 26 novembre 2019 in occasione della Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
Condanna qualsiasi forma di violenza di genere e di discriminazione

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE
a stanziare risorse adeguate per finanziare servizi e progetti realizzati dall'amministrazione comunale e/o dai vari soggetti presenti nel nostro territorio che si fanno carico del tema della violenza sulle donne, affinché siano accolte le richieste che provengono dalle donne che subiscono maltrattamenti;
a intensificare il collegamento fra scuola, servizi territoriali e consultori per adolescenti per intervenire nelle politiche educative sulla relazione fra uomo e donna e sull’educazione alla differenza di genere, all’uguaglianza e alle pari opportunità rendendo evidenti i finanziamenti da inserire nel piano per il diritto allo studio nel capitolo dei contributi per l’innalzamento e ampliamento dell’offerta formativa
a promuovere, diffondere e sostenere la cultura delle pari opportunità, perché solo una sua affermazione piena nella società potrà favorire una nuova cultura sul contrasto alla violenza e alla discriminazione, con azioni di informazione, sensibilizzazione e formazione.

Cernusco sul Naviglio, 11 gennaio 2021

 

Capogruppo

Consigliera

La Città in Comune-Sinistra per Cernusco

La Città in Comune-Sinistra per Cernusco

Rita Zecchini

Monica Tamburrini

logo cic sxc 

 

0
0
0
s2smodern